AVVISO IMPORTANTE

Sede e date: Roma, 4-5 luglio 2020
  • Accreditato da
  • Partner

Presentazione

Il dolore orofacciale nei disordini cranio cervico mandibolari

 

Il dolore orofacciale è un termine generico usato per descrivere sintomi di dolore e/o disfunzione nella regione cranio facciale e del collo: possono esistere molteplici cause di dolore orofacciale e i sintomi possono includere manifestazioni molto diverse come mal di testa, dolore al collo, dolore all'orecchio, dolore ai denti, bruciore al viso o sensazioni lancinanti di dolore alle articolazioni temporo mandibolari. I sintomi possono anche includere sensazioni atipiche come ronzio nelle orecchie (acufene), vertigini, incoordinazione muscolare o persino prurito o formicolio anormali nella regione della testa e del collo; i disturbi possono svilupparsi gradualmente o avere un esordio rapido e possono avere origine da cause neurovascolari, neuropatiche o muscoloscheletriche. Nel 2004 l'International Headache Society (I.H.S.) ha inquadrato un vasto gruppo di disturbi caratterizzati da una sintomatologia dolorosa nel distretto oro-facciale, suddividendoli in tre grandi categorie: la prima, caratterizzata da dolori di origine neurologica in cui rientrano la nevralgia trigeminale essenziale e secondaria; la seconda, caratterizzata da dolori di origine neurovascolare e tensiva (cefalea a grappolo, emicrania, emicrania muscolotensiva) e la terza rappresentata dal dolore facciale idiopatico persistente, termine generico che comprende diverse manifestazioni ad eziologia ignota, con caratteristiche cliniche comuni che probabilmente corrispondono ad una stessa malattia che si esprime in sedi diverse: a livello osseo (dolore facciale atipico), dentale (odontalgia atipica), ATM (artromialgia o dolore temporomandibolare idiopatico), mucosa orale (sindrome della bocca che brucia) - Headache Classification Subcommittee of the International Headache Society.

 

Le fonti di dolore orofacciale possono quindi includere:

 

  • Disturbi temporomandibolari (TMD) - Denominati TMJ disorders, i disturbi temporomandibolari comprendono un'ampia categoria di condizioni che coinvolgono dolore e/o disfunzione delle articolazioni della mandibola, dei muscoli masticatori o entrambi.
  • Disturbi del dolore neuropatico trigemino - La condizione più nota è la nevralgia del trigemino.

 

Le caratteristiche del dolore differenziano la forma essenziale da quella secondaria: nella forma secondaria il dolore è continuo, meno violento rispetto alla forma essenziale e le crisi dolorose durano anche 20-30 minuti; l'area dolorosa è sempre quella di pertinenza trigeminale ma si estende in modo più sfumato e diffuso; non esiste sempre il periodo refrattario tra una crisi dolorosa e l'altra e non sono rilevabili Trigger Points (TrPs) la cui pressione è in grado di scatenare il dolore. La nevralgia essenziale o primitiva del trigemino, invece, è caratterizzata quasi sempre da dolore monolaterale (interessa più frequentemente il lato destro) con solo il 3-4% circa di casi di bilateralità, di breve durata (pochi secondi), forte, acuto in uno o più rami del quinto nervo cranico (la branca mascellare e quella mandibolare del nervo sono quelle più colpite), talvolta associato a spasmi della muscolatura facciale a cui seguono vere e proprie contratture che conferiscono la tipica mimica espressiva nota come tic doloroso. Il dolore può insorgere spontaneamente o in seguito alla stimolazione di determinati punti trigger, ovvero zone cutanee o mucose; tali Trigger Points TrPs) sono localizzati alla piega cutanea nasolabiale, all'angolo della bocca, al bordo vermiglio labiale, all'angolo esterno della palpebra e al forame mentoniero. La crisi dolorosa può quindi essere innescata da stimoli ordinari quali masticare, bere, parlare, spazzolare i denti, lavarsi, radersi, truccarsi, aver freddo o caldo.

 

  • Disturbi neurovascolari - Il disturbo più comune è l'emicrania.
  • Disturbi temporomandibolari complessi - Le condizioni complesse includono esiti negativi o fallimenti di interventi chirurgici non riusciti dell'ATM, stati di malattia con comorbidità e cause neuropatiche del dolore.
  • Sindrome della bocca che brucia - Questa condizione, che è sia dolorosa che frustrante per i pazienti, può essere una manifestazione di disinibizione, una forma di danno ai nervi. Altre cause includono una diminuzione della produzione di saliva, l'uso prolungato di alcuni farmaci, infezioni fungine e alcune malattie sistemiche come il diabete.
  • Disturbi del sonno - I problemi del sonno includono sintomi derivanti dal bruxismo notturno (digrignare i denti durante il sonno) e dal serraggio, oltre a condizioni risultanti da disturbi respiratori legati al sonno come il russare o l'apnea notturna.
  • Discinesie e distonie orofacciali - Movimenti o contrazioni muscolari involontari a causa di segnali nervosi difettosi che possono essere attribuiti agli effetti collaterali dei farmaci, a un disturbo del sistema nervoso o che hanno una causa sconosciuta.
  • Trauma - Il trauma, in particolare a seguito di incidenti automobilistici, è una delle principali cause di disturbi temporomandibolari e altri dolori facciali.
  • Cervicalgia - I dolori al collo possono influenzare il dolore facciale a causa di lesioni del midollo spinale, lesioni dei nervi periferici, o dolore riferito da muscoli, legamenti e tutte le strutture innervate tra C0 e C3, con l'instaurarsi di una condizione di sensibilizzazione centrale dovuta alla modulazione attraverso il sistema dei nuclei trigeminali (N. Bogduk - Neurologic clinics, 2014,The Neck and Headaches).

 

 

Classificazione ed eziopatogenesi del dolore orofacciale

 

L'impulso nervoso generato dalla stimolazione delle strutture orofacciali viene condotto lungo le vie afferenti dolorifiche dei nervi cranici: trigemino (V) con le sue tre branche oftalmica (V1), mascellare (V2) e mandibolare (V3); facciale (VII); glossofaringeo (IX); vago (X); inoltre dai nervi cervicali (C1,C2, C3). La distribuzione è schematizzabile nei dermatomeri cutanei e mucosi, la cui conoscenza è utile per l'individuazione di eventuali nervi interessati dalla lesione e per l'interpretazione di dolori riferiti a distanza dalla zona affetta da patologia. In base all'eziopatogenesi, il dolore può essere classificato con diversi meccanismi che riflettono differenze sostanziali anche per quanto riguarda la risposta terapeutica. Dal punto di vista qualitativo, il dolore orofacciale può appartenere a tre categorie:

 

  • Nocicettivo - È dovuto ad attività neuronale periferica causata da stimoli potenzialmente lesivi per i tessuti.
  • Neuropatico - È legato ad un danno intrinseco al sistema nervoso.
  • Psicogeno - Si riscontra in assenza di danni periferici o neurologici.

 

Le diverse cause possono coesistere o sovrapporsi, nel tempo, nello stesso paziente; inoltre non sempre il dolore craniofacciale origina da strutture craniofacciali (dolore "riferito") e la sede può non essere tipica. Dal punto di vista eziologico del dolore orofacciale, distinguiamo: cause locali e cause sistemiche.

 

 

La nuova classificazione IASP (International Association for the Study of Pain) del dolore orofacciale

 

Lo IASP nella sua ultima revisione sulla classificazione del dolore descrive, distinguendoli, i disturbi cronici da mal di testa secondario e da dolore orofacciale cronico (OFP) rispetto alla nuova classificazione internazionale delle malattie (ICD-11). La sezione analizzata si riferisce alla classificazione internazionale dei disturbi del mal di testa (ICHD-3) dell'International Headache Society che è implementata nel capitolo sulla neurologia nell'ICD-11. ICHD-3 distingue tra disturbi di mal di testa primari (idiopatici), disturbi di mal di testa secondari (sintomatici) e disturbi di OFP tra cui nevralgie craniche. Il mal di testa cronico o OFP è definito come mal di testa o OFP che si verifica in almeno il 50% dei giorni durante almeno tre mesi e che dura almeno due ore al giorno. Le suddivisioni dell'OFP (Oro Facial Pain) secondario cronico dell'ICHD-3 sono integrate dai criteri diagnostici per i disturbi temporomandibolari e dai contributi dell'International Association for the Study of Pain Special Interest Group on Orofacial and Head Pain e comprendono il dolore dentale cronico (2019). Viene indicata la necessità di identificare con i migliori strumenti, anche riabilitativi, i pazienti che richiedono una gestione del dolore specializzata.

 

 

Anamnesi e caratteristiche cliniche

 

L'anamnesi permette di identificare le caratteristiche cliniche delle varie forme di dolore orofacciale e rappresenta un momento cruciale del processo diagnostico: deve essere minuziosa e completa, per precisare i vari caratteri semeiologici del dolore. Il filo logico da seguire può essere rappresentato da diversi criteri: il criterio qualitativo, basato sulle caratteristiche soggettive del dolore; il criterio cronologico, che valuta le modalità di comparsa e di evoluzione temporale della sindrome algica; il criterio topografico, nel quale è prevalente la definizione delle aree e delle strutture dove il dolore è localizzato e irradiato; infine dal criterio eziologico, finalizzato alla rilevazione delle cause algogene come principale elemento determinativo.

 

 

Le caratteristiche della didattica proposta

 

Questo corso nasce dalla necessità di un approccio multidisciplinare al dolore orofacciale e alla disfunzione nei pazienti con disordini temporo mandibolari. La formazione è assolutamente incentrata sulla riabilitazione ed è destinata ai fisioterapisti, agli odontoiatri, ai fisiatri, ai logopedisti e ai chirurghi maxillo facciali. È presente una parte dedicata alla gnatologia clinica, con la presenza di uno dei maggiori esponenti tra gli Odontoiatri italiani, per capire il ragionamento clinico e l'appropriatezza terapeutica nell'uso del Bite e di altri apparecchi occlusali nei pazienti affetti da DTM. Un'ampia sezione è dedicata agli esercizi e all'approccio logopedico quando necessario nei casi di ortodonzia del bambino, in un contesto terapeutico che preveda anche il fisioterapista. Vi è inoltre una sezione dedicata alla riabilitazione pre e post chirurgia ortognatica, con un altro esponente di spicco della Ortognatodonzia, che presenta diversi casi clinici. Un'altra sezione prevede test e tecniche di Neurodinamica da associare, nel trattamento dei DTM e dei dolori orofacciali, alle manovre di mobilizzazioni articolari e tecniche fasciali avanzate che sono presenti in questo corso. Ogni sezione è completata da una parte pratica di apprendimento di tecniche e metodiche di valutazione e trattamento. È ovviamente presente anche una parte di ripetizione delle tecniche precedenti ed una di presentazione dei quadri clinici più frequenti.

 

 

Obiettivi



Al termine del corso il partecipante sarà in grado di:

• Riconoscere, valutare e trattare un dolore craniofacciale da DTM o da cervicale e differenziarlo rispetto a un dolore orofacciale idiopatico persistente (F.I.F.P.) o a una nevralgia del trigemino

• Apprendere l'uso della body chart e riconoscere i quadri clinici più frequenti

• Saper trattare sia con tecniche di terapia manuale che con tecniche miofasciali avanzate un dolore cranio cervico mandibolare complesso, sia primario che riferito

• Utilizzare tecniche di neurodinamica cranio mandibolare per valutazione e trattamento

• Conoscere i principi di gnatologia nel trattamento dei DTM ed interfacciarsi con l'Odontoiatra per un corretto approccio multidisciplinare alla patologia temporomandibolare

• Usare protocolli validati nella riabilitazione pre e post chirurgia ortognatica correttiva delle III classi occlusali

• Conoscere tecniche avanzate di trattamento nelle dislocazioni discali

Programma

Lingua

Italiano

Programma

Il corso, della durata di due giorni consecutivi (4-5 luglio "Fisioterapia e Riabilitazione delle Disfunzioni Cranio Cervico Mandibolari - Corso Avanzato"), vede la responsabilità scientifica nella persona del Dr. Andrea Fiorini, fisioterapista con laurea specialistica delle professioni sanitarie e della riabilitazione e docente al Master di Gnatologia Clinica dell'Università Sapienza di Roma. Le relazioni contenute in questo progetto didattico, oltre al Dr. Fiorini stesso, sono sostenute dal Prof. Carlo Di Paolo, Odontoiatra, specialista in Gnatologia dell'Università Sapienza di Roma, dal Dr. Roberto Vernucci, Odontoiatra, specializzato in Ortognatodonzia, PhD in Malattie dello Scheletro e del distretto Orofacciale dell'Università Sapienza di Roma e dalla Dr.ssa Claudia De Santis, Logopedista Magistrale, specializzata in squilibri muscolari orofacciali.

 

Sabato 4 luglio:

 

08.45 - 09.00: Registrazione dei partecipanti e accesso in aula

09.00 - 10.30: Ripetizione delle tecniche del corso base, inclusi Cranio Cervical Flexion Test e Flexion Rotation Test (Dr. Andrea Fiorini)

10.30 - 10.45: Pausa Caffè

10.45 - 12.30: Dallo sviluppo craniofacciale all'ortodonzia nel bambino, qual è il ruolo del fisioterapista. Presentazione di casi clinici e protocolli riabilitativi (Dr. Andrea Fiorini)

• Parte pratica con esecuzione di tecniche ed esercizi

12.30 - 13.15: Trattamento miofasciale avanzato con l'uso dell'Algometro digitale (Dr. Andrea Fiorini)

13.15 - 14.15: Pausa Pranzo

14.15 - 15.45: Il trattamento gnatologico nelle disfunzioni temporomandibolari, con presentazione di casi clinici. Importanza del timing odontoiatra - fisioterapista (Prof. Carlo Di Paolo)

15.45 - 16.00: Pausa Caffè

16.00 - 16.45: Casi clinici di DTM in trattamento combinato gnatologico - fisioterapico, importanza dell'integrazione posturale (Dr. Andrea Fiorini)

16.45 - 18.30: Cranio facial pain: valutazione e uso della Body Chart nell'inquadramento clinico e nel trattamento (Dr. Andrea Fiorini)

• Parte pratica ed apprendimento nell'uso della Body Chart craniofacciale

 

Domenica 5 luglio:

 

09.00 - 10.45: Parte pratica con ripetizione delle tecniche della prima giornata (Dr. Andrea Fiorini)

10.45 - 11.00: Pausa Caffè

11.00 - 13.15: Neurodinamica craniomandibolare: tecniche di palpazione e test neurodinamici del nervo faciale, trigeminale (branca oftalmica, mascellare, mandibolare), palpazione del nervo linguale e del nervo auricolotemporale (Dr. Andrea Fiorini)

• Parte pratica con esecuzione dei test da parte dei partecipanti

13.15 - 14.15: Pausa Pranzo

14.15 - 15.45: La riabilitazione delle III classi occlusali pre e post chirurgia ortognatica correttiva. Casi clinici e protocolli validati (Dr. Roberto Vernucci per la teoria e Dr. Andrea Fiorini per la pratica)

• Parte pratica

15.45 - 16.00: Pausa Caffè

16.00 - 17.30: Ortodonzia e funzione linguale in relazione allo sviluppo craniomandibolare (Dr.ssa Claudia De Santis)

• Parte pratica

17.30 - 18.00: Tecniche avanzate di trattamento nelle dislocazioni del disco con manovre di rimodellamento e ricattura discale (Dr. Andrea Fiorini)

• Parte pratica

18.00 - 18.30: Dibattito finale, domande e risposte, valutazione finale per l'assegnazione dei crediti ECM e consegna degli attestati

Informazioni

Obiettivo formativo

1 - Applicazione nella pratica quotidiana dei principi e delle procedure dell'evidence based practice (EBM - EBN - EBP)

Informazioni

Iscrizioni

 

L'iscrizione è consentita solo a chi ha già fatto il corso "Fisioterapia e Riabilitazione delle Disfunzioni Cranio Cervico Mandibolari - Corso Base" col Dr. Andrea Fiorini. È possibile consultare le sedi e le date di tutti i corsi base del Dr. Fiorini qui.

 

 

Costi

 

Il costo del corso è di €450. Nel costo del corso sono inclusi 22,5 crediti ECM, gli ausili necessari all'addestramento dei partecipanti all'esecuzione delle tecniche pratiche (guanti, abbassalingua, elastici ortodontici per gli esercizi etc.) e le dispense specificamente progettate per i discenti a cura del Dr. Andrea Fiorini, del Prof. Carlo Di Paolo, del Dr. Roberto Vernucci e della Dr.ssa Claudia De Santis.

 

 

Sconti ed offerte attive

 

• Il costo del corso, in promozione Early Booking, è scontato ad €420 per chi si iscrive entro e non oltre il 4 giugno 2020.

• Il costo del corso per i possessori della PhisioVIP Card è scontato del 5% ed è quindi di €399 per chi si iscrive entro e non oltre il 4 giugno 2020.

 

 

Modalità di pagamento

 

E' possibile saldare l'importo per intero più €2 di marca da bollo tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal, oppure rateizzandolo in questo modo: €200 all'atto dell'iscrizione più €2 di marca da bollo ed il resto della quota entro e non oltre 10 giorni prima dell'inizio dell'evento.

 

 

Punteggio PhisioVIP Card

 

Questo corso dà diritto a maturare 19 punti sulla PhisioVIP Card

 

 

Indicazioni per il pernottamento

 

In questa lista è possibile trovare un elenco consigliato di hotel e bed and breakfast situati nelle immediate vicinanze della sede del corso ove è possibile soggiornare raggiungendo facilmente la struttura in cui si svolge il corso stesso: clicca qui per consultarla. Si ricorda che prima di effettuare prenotazioni per spostamenti e pernotti, è molto importante attendere la mail di attivazione del corso oppure chiedere conferma del corso stesso direttamente alla segreteria organizzativa tramite telefono allo 0761.221482 o e-mail ad info@phisiovit.it: in nessun caso PhisioVit Srl si assume l'onere di spese fatte dal discente per prenotazioni alberghiere o per spostamenti.

Metodi di insegnamento

Esposizione teorica frontale con sessioni pratiche di apprendimento guidato

Procedure di valutazione

Verifica dell'apprendimento dei partecipanti con un esame pratico

Prerequisiti cognitivi

Laurea o studenti dei corsi di laurea delle categorie destinatarie del corso

Responsabili

Responsabile Scientifico

  • Dott. Andrea Maria Fiorini
    Fisioterapista con laurea specialistica delle Professioni Sanitarie e della Riabilitazione
    Scarica il curriculum

Docente

  • Dott. Andrea Maria Fiorini
    Fisioterapista con laurea specialistica delle Professioni Sanitarie e della Riabilitazione
    Scarica il curriculum

Relatore

  • Dott.ssa Claudia De Santis
    Logopedista Magistrale specializzata in squilibri muscolari orofacciali
    Scarica il curriculum
  • Prof. Carlo Di Paolo
    Odontoiatra specialista in Gnatologia
    Scarica il curriculum
  • Dott. Roberto Antonio Vernucci
    Odontoiatra specializzato in Ortognatodonzia con PhD in Malattie dello Scheletro e del distretto Orofacciale
    Scarica il curriculum

Elenco delle professioni e discipline a cui l'evento è rivolto

Medico chirurgo

  • Allergologia ed immunologia clinica
  • Anatomia patologica
  • Anestesia e rianimazione
  • Angiologia
  • Audiologia e foniatria
  • Biochimica clinica
  • Cardiochirurgia
  • Cardiologia
  • Chirurgia Generale
  • Chirurgia Maxillo-facciale
  • Chirurgia pediatrica
  • Chirurgia plastica e ricostruttiva
  • Chirurgia toracica
  • Chirurgia vascolare
  • Continuita assistenziale
  • Cure Palliative
  • Dermatologia e venereologia
  • Direzione medica di presidio ospedaliero
  • Ematologia
  • Endocrinologia
  • Epidemiologia
  • Farmacologia e tossicologia clinica
  • Gastroenterologia
  • Genetica medica
  • Geriatria
  • Ginecologia e ostetricia
  • Igiene degli alimenti e della nutrizione
  • Igiene, epidemiologia e sanita pubblica
  • Laboratorio di genetica medica
  • Malattie dell'apparato respiratorio
  • Malattie Infettive
  • Malattie metaboliche e diabetologia
  • Medicina aereonautica e spaziale
  • Medicina del lav. e sicurez. degli amb. di lav.
  • Medicina dello sport
  • Medicina di comunita'
  • Medicina e chirurgia di accettaz. e di urgenza
  • Medicina fisica e riabilitazione
  • Medicina generale (Medici di famiglia)
  • Medicina interna
  • Medicina legale
  • Medicina nucleare
  • Medicina subacquea e iperbarica
  • Medicina termale
  • Medicina trasfusionale
  • Microbiologia e virologia
  • Nefrologia
  • Neonatologia
  • Neurochirurgia
  • Neurofisiopatologia
  • Neurologia
  • Neuropsichiatria infantile
  • Neuroradiologia
  • Oftalmologia
  • Oncologia
  • Organizzazione dei servizi sanitari di base
  • Ortopedia e traumatologia
  • Otorinolaringoiatria
  • Patologia clinica
  • Pediatria
  • Pediatria (pediatri di libera scelta)
  • Privo di specializzazione
  • Psichiatria
  • Psicoterapia
  • Radiodiagnostica
  • Radioterapia
  • Reumatologia
  • Scienza dell'alimentazione e dietetica
  • Urologia

Odontoiatra

  • Odontoiatra

Fisioterapista

  • Fisioterapista

Logopedista

  • Logopedista

Terapista della neuro e psicomot. dell'eta ev.

  • Terapista della neuro e psicomot. dell'eta ev.

Terapista occupazionale

  • Terapista occupazionale

Studentessa/e universitaria/o

  • Studentessa/e universitaria/o
leggi tutto leggi meno

Allegati

Promozioni attive

  • Early Booking sul corso "Fisioterapia e Riabilitazione delle Disfunzioni Cranio Cervico Mandibolari - Corso Avanzato" edizione di Roma
    Sconto di €30 sul costo del corso per le iscrizioni ricevute entro e non oltre il 4 giugno 2020.
  • Pacchetto promozionale - Esperto in Riabilitazione dei Disordini dell'ATM - Edizione di Firenze e Roma
    Sconto del 20% sul costo dei due corsi "Fisioterapia e riabilitazione delle disfunzioni cranio cervico mandibolari - Corso Base", 22,5 crediti ECM, Firenze, 18-19 aprile 2020 e "Fisioterapia e riabilitazione delle disfunzioni cranio cervico mandibolari - Corso Avanzato", 19 crediti ECM, Roma, 4-5 luglio 2020.

Localizzazione

  • Date: 4-5 luglio 2020
  • Polo Didattico
  • Piazza Oderico da Pordenone 3, 00145 Roma (RM)
  • Tel. 0761.221482 - Fax. 0761.221482
  • Visualizza sulla mappa

Si consiglia ai partecipanti un abbigliamento comodo al fine di poter eseguire le tecniche e gli esercizi mostrati dai docenti.