Corsi ed eventi ECM sui Trigger Points (TrPs)

 

Benvenuto!

Se sei arrivato fin qui significa che sei interessato ad approfondire e a sviluppare la tua formazione sul ruolo dei Trigger Points (TrPs) nel dolore muscoloscheletrico.

 

Questa pagina fornisce un panorama completo sulla formazione ECM (Educazione Continua in Medicina) offerta ai fisioterapisti, agli specialisti in riabilitazione e ai medici dell'area riabilitativa interessati alla comprensione e allo sviluppo delle proprie conoscenze sui Trigger Points (TrPs) attraverso i corsi sul ruolo dei Trigger Points (TrPs) nel dolore muscoloscheletrico che vedono la responsabilità scientifica nel Dr. Matteo Castaldo, fisioterapista, PhD, Research assistant presso la Aalborg University - Danimarca e la docenza nel Dr. Ferdinando Paternostro, medico-chirurgo, professore di Anatomia Umana presso l'Università degli Studi di Firenze.

 

I Trigger Points (TrPs) sono delle aree ipersensibili all'interno di un muscolo costituiti da un insieme di sarcomeri in stato di continua contrazione. Il dolore viene generato dall'accumulo di sostanze algogene e infiammatorie (sostanza P, CGRP, istamina, citochine) che non vengono adeguatamente smaltite, andando a creare una sensibilizzazione a livello dei nocicettori periferici e innescando una cascata di eventi che può portare a sensibilizzazione centrale. I Trigger Points (TrPs) sono alla base della sindrome miofasciale e sono stati studiati in letteratura in tutte le maggiori affezioni muscoloscheletriche: cefalea di tipo tensivo, emicrania, dolore cervicale, dolore lombare, impingement di spalla, artrosi di ginocchio, tendinopatie. Si possono formare in seguito a sovraccarico funzionale determinato da posture mantenute, in conseguenza di schemi di movimento errati e ripetuti nel tempo o dopo traumi, inoltre fattori quali lo stress sia fisico che psicologico possono giocare un ruolo fondamentale agendo come elementi perpetuanti. I Trigger Points (TrPs) sono responsabili sia di dolore locale che riferito a distanza, di debolezza e incoordinazione motoria, di sintomi autonomici quali cefalea, vertigini, nausea e acufeni, di precoce affaticamento del muscolo e di alterato timing di reclutamento muscolare. Inoltre, essendo sorgenti di dolore profondo e costante, sono in parte responsabili della sensibilizzazione centrale, fenomeno che porta ad un abbassamento della soglia del dolore anche in zone lontane dai TrPs e alla base di molti dolori cronici. Da qui emerge l'importanza della loro individuazione per poterli trattare nel modo corretto.

 

In questo corso viene affrontato il ruolo dei TrPs nelle patologie di spalla, in quelle lombari, di anca e di ginocchio, situazioni in cui sono spesso coinvolti e sovente poco considerati nonostante la letteratura a riguardo. Il corso si compone di una notevole parte pratica in cui i partecipanti impareranno tramite la palpazione a fare diagnosi di TrPs, a evocare il dolore riferito e la Local Twitch Response (LTR), potranno inoltre praticare le tecniche più comunemente usate per il trattamento dei TrPs:


• Compressione diretta
• Contrazioni assistite
• Stretching locale
• Rilasciamento posizionale
• Tecniche a energia muscolare (MET)

 

La pagina fornisce pertanto un calendario completo sui percorsi formativi relativi alla formazione sui Trigger Points (TrPs) ed ospita tutti i corsi ECM che si terranno in Italia. Ogni genere di informazione può essere reperita cliccando sul link legato al corso di interesse mentre per informazioni e preiscrizioni, scrivere in ogni caso a info@phisiovit.it o chiamare lo 0761.221482 in orario d'ufficio (dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 17.30), mentre per consultare i programmi degli eventi cliccare sui link riportati di seguito: